Campi di applicazione

Le capacità degli apr unite ai diversi sistemi da rilevamento installabili a bordo, fanno si che le potenzialità operative e i campi applicativi di questa tecnologia siano molteplici ed in continuo e rapido aggiornamento.

I droni, infatti, possono operare in diversi settori e con differenti sistemi elettronici da rilevamento, dal naso elettronico per misurare la qualità dell'aria, alla fotocamera compatta IR per monitorare lo stato di salute della vegetazione o alla termocamera per ispezionare edifici e ricercare guasti nei pannelli fotovoltaici o nelle linee elettriche.

Valorizzazione e promozione del territorio

Il marketing territoriale promuove un prodotto particolare, il territorio, ovvero l’insieme di quelle peculiarità geografiche, storiche, artistiche, paesaggistiche e quelle strettamente legate alla tradizione che rendono un comune unico ed irripetibile.

La promozione territoriale deve partire proprio dall’analisi delle risorse tangibili ed intangibili di un territorio, per definire strategie di promozione efficaci che rendano il territorio un prodotto attrattivo.

Nella fase di analisi è importante analizzare a fondo l’offerta turistica (strutture ricettive, servizi, infrastrutture, sistemi di informazione), individuare carenze e criticità, per rendere il prodotto-territorio più competitivo.

Attraverso i nostri servizi, quindi la raccolta e l'analisi delle informazioni indicate sopra, la produzione del materiale video e fotografico, realizzato sia a terra che in volo ed il successivo montaggio in post-produzione, realizziamo un servizio promozionale mirato, di qualità e di grande forza attrattiva.

Monitoraggio delle attività agricole e mappe dello stato di salute della vegetazione

Il drone, dotato di sensori multi-spettrali o all'infrarosso, è in grado di monitorare lo stato di salute delle produzioni agricole o delle aree boschive di un territorio. Attraverso la lettura delle immagini prodotte dai sistemi da rilevamento, viene realizzata una mappa del comparto territoriale nella quale si evidenziano con precisione i focolai di patologie o la semplice carenza di acqua e nutrienti. .

Queste informazioni consentono all'agricoltore di intervenire in modo mirato, solo dove è stata localizzata la patologia o la carenza di acqua. Questa tecnica di rilevamento evita di irrorare l'intero terreno di pesticidi, garantisce un forte risparmio economico ed è una procedura operativa che ha il vantaggio di essere sostenibile dal punto ambientale.

Rilievo fotografico per ispezioni peritali

La fotografia e le riprese video con gli apr consentono l'ispezione di vaste aree o edifici, successivamente ad eventi distruttivi quali incendi, alluvioni, inondazioni o esplosioni.

Il materiale prodotto fornirà un riscontro visivo necessario per la determinazione del danno e per il conteggio valutativo della perizia assicurativa.

Monitoraggio ambientale, ispezioni di aree a rischio idrogeologico e prevenzione di incendi

I nostri sistemi sono in grado di sorvolare contesti ambientali difficilmente accessibili e pericolosi. Questa capacità ci consente di ispezionare, monitorare e creare un data base di informazioni che mostrano lo stato dei territori extraurbani o di qualunque area boschiva di pertinenza. Questo tipo di servizio evidenzia lo stato di manutenzione di tali aree e quale sia il livello di criticità riscontrata al fine di prevenire gli incendi.

Le immagini riprese dal drone vengono registrate e georeferenziate dal sistema. Questo significa che i dati relativi all'attività operativa svolta (informazioni sul volo del drone, coordinate gps dell'area, temperatura, intensità del vento ed altri dati) vengono registrate ed archiviate. Questa capacità ci consente, impostando gli stessi parametri di volo, di ripetere lo stesso sorvolo, monitorando l'evoluzione nel tempo delle criticità riscontrate inizialmente.

Nel settore del monitoraggio ambientale gli APR vengono oggi impiegati per acquisire immagini aeree in tempo reale, all'infrarosso e per generare modelli digitali tridimensionali del terreno.

Tramite gli APR è possibile svolgere ulteriori attività di monitoraggio come valutazioni della qualità dell'aria, operazioni di sorveglianza forestale, controllo discariche abusive e acque reflue. I mezzi APR possono poi essere impiegati per raggiungere aree contaminate e stabilire il livello di inquinamento e pericolosità al fine di valutare l'invio del personale di terra ricoprendo così un importante ruolo in termini di supporto alle decisioni.

Fotogrammetria aerea

L'aerofotogrammetria è una tecnica che consente di acquisire i dati metrici di un oggetto attraverso l'analisi di una coppia di fotogrammi stereometrici. Questa tecnica permette di identificare la posizione spaziale di tutti i punti d'interesse presenti in un'area, ad esempio un sito archeologico o una cava, e ricostruirlo in 3 dimensioni con il software specifico.

Attualmente la fotogrammetria viene utilizzata in massima parte per il rilevamento topografico del territorio.

Per quanto riguarda le cave è possibile stimare con buona precisione la quantità di materiale asportato con l'analisi di due ricostruzioni tridimensionali realizzate a intervalli di tempo.

Monitoraggio Immobili, topografia e ispezione di siti di interesse storico-archeologico

L'indagine e la localizzazione dei manufatti e delle strutture che insistono su un determinato territorio possono essere realizzate con gli APR e con l'integrazione dei sensori adatti a questo scopo. Oggi è possibile realizzare velocemente orto-immagini e modelli tridimensionali del territorio che poi vengono sfruttati al meglio all'interno dei sistemi GIS.

Rilievo territoriale e GIS sono quindi le parole chiave che hanno rivoluzionato la gestione delle problematiche territoriali, ambientali e di intelligenza geografica. Gli APR permettono di rilevare in breve tempo ampie porzioni di territorio ottenendo nuvole di punti che consentono una ricostruzione tridimensionale molto accurata.

Queste informazioni sono utili per arricchire le banche dati GIS, tracciare cartografie utili per la progettazione di infrastrutture, disporre di modelli 3D del territorio e, in conclusione, conoscere in maniera dettagliata ogni caratteristica fisica del terreno oggetto d'indagine.

E’ possibile ispezionare internamente un sito e/o una struttura architettonica anche quando non sicura o pericolante, evitando di mettere in pericolo il personale a terra.

Operazioni di ricerca e soccorso

In seguito ad eventi calamitosi naturali come terremoti, alluvioni, frane o inondazioni, incendi o esplosioni di varia natura, l'utilizzo degli apr consente di ispezionare vaste aree senza mettere in pericolo il personale a terra, di ricercare eventuali dispersi e di fornire loro un primo soccorso.

Gli apr, infatti, ci permettono di raggiungere il ferito e fornirgli una prima assistenza (acqua, cibo, sistemi di comunicazione, cime, salvagente e quanto sia necessario e trasportabile a bordo in sicurezza).

Altra funzione importante in emergenze simili, è quella di fornire le immagini del ferito in tempo reale, consentendo una prima valutazione del suo stato ed agevolando, sotto vari aspetti, le procedure di soccorso.

Ricerca guasti su impianti fotovoltaici e linee elettriche

Le ispezioni degli impianti fotovoltaici o delle linee elettriche attualmente vengono svolte con l'utilizzo di elicotteri. Questa è una procedura operativa estremamente costosa e rischiosa per l'equipaggio.

Gli apr sono in grado di trasportare una termocamera e di rilevare guasti sia nei pannelli fotovoltaici che individuare i punti di dispersione nelle linee elettriche.

Qualità della vita e sviluppo

Lo sviluppo di un territorio è un progetto a lungo termine, basato su una serie di azioni mirate al raggiungimento di questo obbiettivo.

Evidenziare come lo sviluppo e le scelte fatte possano apportare cambiamenti alla vivibilità di una determinata area, parliamo di vivibilità in un contesto urbano, strade, parcheggi, illuminazione, e così via, significa avere un riscontro documentato delle migliorie e delle criticità che si creeranno.

Tale strumento permette all'amministrazione comunale di avere un canale nel quale interagire con la cittadinanza.

Beni Culturali

Il rilievo di beni culturali (siti archeologici o centri storici) che insistono su aree di una certa ampiezza è sempre stato problematico a causa della mancanza di strumenti adeguati ed in grado di porsi tra la classica fotogrammetria aerea e i rilievi terrestri (topografici o laser scanner).

Da poco, grazie al crescente utilizzo dei droni in ambito civile, è possibile eseguire rilievi aero-fotogrammetrici di siti archeologici a bassa quota e acquisire dati metrici e qualitativi di dettaglio.

I vantaggi dell'uso dei droni nel settore archeologico e dei beni culturali sono i costi contenuti delle fasi di acquisizione, una risoluzione maggiore rispetto a quella ottenibile tramite fotogrammetria tradizionale aerea, rapidità di esecuzione e la possibilità di mappare aree difficilmente accessibili ottenendo prodotti finali come modelli digitali del terreno (DTM o DSM), modelli 3D e ortofoto.

Qualità dell’aria

Con i droni è possibile controllare la qualità dell’aria installando a bordo del velivolo un sensore chiamato naso elettronico.

Questo sensore è in grado di rilevare e monitorare con estrema precisione la presenza di gas nocivi nell'aria, consentendo di valutare il grado di inquinamento esistente.